Press

“La ben evidente, aerata dimensione espressiva che si ravvisa nella variegata campionatura delle composizioni pittoriche di Giuseppe Colacino, eseguite con tecniche multivalenti, si precisa per una fertile poliedricità di tematiche, a ciascuna delle quali egli conferisce una caratterizzante signatura visiva, contrappuntata da confluenze cromatiche incisivamente significanti, di volta in volta, emozioni, sensazioni, percezioni, intuizioni, allitterazioni oniriche, evocazioni memoriali, in una sussultante sequenza dall’originale orditura segnico cromatica.
Se si prende in considerazione la giovane età dell’autore, nato nel 1992, si resta sorpresi dalla padronanza con la quale egli dispone campiture e scomparti, nel cui modulato ed indagato contesto va ravvisata una pronunciata, perseverante valenza esplorativa, che coinvolge non solo la componente visiva ma anche e soprattutto quella concettuale.

Difatti, è dalla fertile, rigogliosa creatività di una mente protesa a cogliere segmenti e sequenze ad ampio spettro che scaturiscono queste concentrate parabole o allegorie esistenziali, da intendersi non esclusivamente alla stregua di un articolato panorama personale di colui che è l’effervescente artefice di tali assonanze, consonanze o dissonanze coloristiche, ma come dilatata, amplificata, simbologia caleidoscopica di un pullulante cosmo interiore, che racchiude tutta una mobile gamma riguardante gli approcci comportamentali che l’uomo può avere con se stesso e con i propri simili.
Con i suoi lavori dalle connotazioni oltremodo pertinenti e motivatamente proposte, l’operazione colloquiale di Giuseppe Colacino si fa apprezzare per una propria strutturazione polimorfica, che non prescinde mai dall’osservazione della realtà circostante, dal momento che essa è costantemente rielaborata, arricchita, vivificata, persino trasfigurata da un fervore e da un anelito d’infinito, quasi protesa alla concretizzazione dell’ungarettiano “m’illumino d’immenso”, che sovente assume la specificità di dilatata, sublimata sospensione musicale.”

G.Nasillo, Percorsi d’oggi, Novembre-Dicembre 2019, Edizioni Pentarco Torino, pagg.12-13.

TEL. 

+39 351.9061979

MAIL:

INFO@GIUSEPPECOLACINO.IT

Instagram
Facebook
Scroll Up
× Posso aiutarti?